• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Aggiungi Romacheap alla tua home page di google

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

“TERZO SETTORE IN FONDO” Cronistoria semiseria di un operatore sociale precario

il 01 Ottobre 2015 - Segnalato da Amici del Granaio
|

info:
Giovedì, 1 ottobre

ore 20.00

Al termine dell’intervento verrà offerto un’aperitivo dagli Amici del Granaio

Con la partecipazione amichevole di Caffè Galeotto.

Via di Santa Prassede 8

Granaio di Santa Prassede 3488375485

www.granaioresort.it

https://www.facebook.com/ilgranaiodisantaprassede?ref=hl

Giovedì, 1 ottobre

ore 20.00

“TERZO SETTORE IN FONDO”

Cronistoria semiseria di un operatore sociale precario

di Marco Ehlardo

interverrà l’autore Marco Ehlardo

introduce Gabriella Saba

con la partecipazione di Daniela Di Capua - direttrice SPARAR

Letture di brani del libro a cura di Alessandro Quarta

Mauro Eliah si occupa di disperati in terra straniera. Migranti, anzi no, rifugiati, una categoria protetta da particolari norme internazionali, ma che nella lettura dell’opinione pubblica e degli apparati istituzionali italiani appare sfumata, soggetta agli umori e agli interessi dell’amministratore di turno. Tra i richiedenti asilo, c’è Thomas Compaoré, giornalista, un passato di carcere e tortura nel Burkina Faso prima della fuga nel Belpaese dove è in attesa del permesso di soggiorno. Intelligente, preparato, è benvoluto e rispettato da Eliah e dai suoi colleghi ma critico sul poco e male che si fa in Italia. Su un cantiere edile combatte la sua battaglia, solo contro la rassegnazione e il destino di un esercito di senza diritti e senza voce. Sullo sfondo la Giornata Mondiale del Rifugiato, sbiadita e grottesca vetrina politica nelle mani di associazioni di facciata.

Terzo settore in fondo è sì un duro atto di denuncia contro il cinismo del mondo dell’accoglienza, ma senza mai averne il sapore. I colori sono quelli leggeri dell’ironia e della battuta felice, che non conosce l’insulto e l’attacco violento. Proprio per questo l’effetto è dirompente, di una efficacia straordinaria. Castigat ridendo mores: ridendo, corregge i costumi. E alla fine si diventa consapevoli che c’è poco da stare allegri per capirsi e per capire ciò che succede in un mondo i cui confini, anche mentali, sono profondamente cambiati.

Carlo Ciavoni scrive sul libro di Marco Ehlardo

Scritto con mano leggera, da romanziere amaro e incline al grottesco, il racconto di Ehlardo allude alle tragedie epocali che, fin dall’alba della Storia, hanno segnato la vita di milioni di esseri umani.

Al termine dell’intervento verrà offerto un’aperitivo dagli Amici del Granaio

Con la partecipazione amichevole di Caffè Galeotto.

Gabriella Saba, giornalista freelance da moltissimi anni, scrive di america latina per la lettura, venerdì di repubblica, d di repubblica, espresso e reportage. Ha scritti quattro libri di viaggio per mondadori

Marco Ehlardo (1969) è nato a Napoli, città dove vive e lavora. Impegnato per dieci anni nel settore sociale, è stato coordinatore di un programma di accoglienza per richiedenti asilo e rifugiati. Ha organizzato e partecipato a numerosi convegni, incontri e seminari sul diritto di asilo, e coordinato la pubblicazione di due dossier statistici sul fenomeno in Campania. Attualmente è referente territoriale per la Campania di ActionAid Italia, una delle più importanti e serie organizzazioni internazionali che lottano contro la povertà e per i diritti umani.

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali