• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Aggiungi Romacheap alla tua home page di google

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

INCONTRI CONTEMPORANEI: intervista ad Antonio Manzini

il 16 Maggio 2017 - Segnalato da chiara
|

info:
Galleria Nazionale, viale delle Belle Arti 131, Roma, ingresso libero

INCONTRI CONTEMPORANEI: intervista ad Antonio Manzini Molte sono le definizioni di leadership, ma sicuramente un artista ha un ruolo di leader quasi
indipendentemente dalla sua volontà. E’ un leader colui che crea relazioni, confronto e partecipazione,
e sicuramente l’arte – in ogni sua manifestazione – crea questo tipo di legame. Così come
un personaggio particolare crea seguaci, definiti più semplicemente fan, i quali molto spesso
si identificano con il proprio beniamino e si confrontano o si specchiano nelle azioni del loro eroe.
Ed è partendo da questo presupposto che la terza conversazione di Incontri Contemporanei si
svolgerà con Antonio Manzini, scrittore di successo e “padre” del noto vicequestore Rocco Schiavone.
Rocco, completamente romano, viene trasferito ad Aosta per alcuni suoi comportamenti definiti dubbi.
Impareremo a conoscerlo ed amarlo per la sua umanità, il senso della giustizia molto personale,
la sua storia d’amore e di passione con una moglie che non c’è più, il legame e il rispetto con amici
non rispettabili. Insomma un autentico Morgan il pirata o forse un Robin Hood attualissimo e moderno.
E sarà Manzini a parlarci della sua vita di eclettico artista che va dall’attore allo scrittore,
da sceneggiatore a pittore, e a presentarci il suo personaggio Rocco.
L’appuntamento è in Galleria Nazionale, martedì 16 maggio, ore 19.30, ingresso libero
“Una macchina è in grado di lavorare come cinquanta uomini comuni,
ma nessuna macchina può svolgere il lavoro di un uomo straordinario”
[ELBERT HUBBARD]
MARTEDÌ 16 MAGGIO, ORE 19.30
incontro con
Antonio Manzini, scrittore,
intervistato da
Paolo Conti e Alessandro Ferrucci
alla Galleria Nazionale, viale delle Belle Arti 131
1/2 INCONTRI
CONTEMPORANEI
L E A D E R S H I P E M E C E N AT I S M O
Antonio Manzini è nato a Roma nel 1964.
È attore, sceneggiatore e scrittore. Si diploma all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio
d’Amico di Roma nel 1988.
Nel 2005 ha pubblicato il suo primo romanzo: Sangue Marcio (Fazi editore), seguito da La giostra
dei criceti (Einaudi, 2007 e Sellerio, 2017) e dai racconti: Il mio tesoro e Giochiamo, con Niccolò
Ammaniti (editi in Crimini e in Il momento è delicato, Einaudi).
Per Sellerio ha pubblicato cinque romanzi della fortunata serie del vice questore Rocco Schiavone:
Pista nera (2013), La costola di Adamo (2014), Non è stagione (2014), Era di maggio (2015) e 7-7-2007
(2016) ai quali si aggiungono Cinque indagini romane per Rocco Schiavone (2016). Da questi romanzi
è tratta la serie televisiva Rocco Schiavone, in onda su Rai 2 da novembre 2016, di cui Antonio Manzini
è sceneggiatore insieme a Maurizio Careddu.
Sempre per Sellerio pubblica Sull’orlo del precipizio (2015) e diversi racconti raccolti in antologie.
Il suo ultimo romanzo è Orfani Bianchi (2016) edito da Chiarelettere. I suoi romanzi sono tradotti
in diversi paesi
Paolo Conti, Corriere della Sera.
Alessandro Ferrucci, caporedattore al Fatto Quotidiano.
Responsabile della cultura e del settimanale.
2/2
ORGANIZZAZIONE:
Maddalena Santeroni 3926323491 maddalenasanteroni@hotmail.com
UFFICIO STAMPA GALLERIA NAZIONALE:
laura.campanelli@beniculturali.it silvia@silviamacchetto.com
INFO:
Chiara Bauco 3313535476 chiara.bauco@gmail.com

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali