• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Aggiungi Romacheap alla tua home page di google

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

Battiti - rassegna internazionale di circo teatro

dal 09 Novembre 2017 al 03 Dicembre 2017 - Segnalato da Valentina Mancino
|

info:
Teatro Furio Camillo
via Camilla, 44 – 00181 Roma (Metro ‘A’ Furio Camillo)
09 novembre 03 dicembre 2017 giovedì alle 21.30 – venerdì e sabato alle 21,00 – domenica alle 11,00 e alle 18,00
Biglietto per singolo spettacolo € 13,00
C.A.B.A.R.E’. 5€
Domenica mattina: bambini 8€ – adulti 10€
Abbonamento a 6 spettacoli € 45,00
Abbonamento a 3 spettacoli € 30,00
tessera associativa 2€
Info e prenotazioni: 0697616026 – info@teatrofuriocamillo.it

Battiti - rassegna internazionale di circo teatro Il 09 novembre aprirà la rassegna il C.A.B.A.R.È. Calderone Artistico Burlesco Anarchico Rigorosamente Eclettico, appuntamento fisso di ogni primo giovedì del mese, che riaprirà i battenti prorpio all’interno della rassegna Battiti.

Dall’11 al 12 novembre la Compagnia Materiaviva metterà in scena Ceci n’est pas réel – omaggio alle opere di Magritte. Quindici acrobati in scena lavorano ad una sequenza di coreografie ciascuna delle quali si ispira ad un’opera oppure ad una suggestione o ad un concetto. L’acrobatica aerea diviene uno strumento per staccarsi da terra e lavorare sulle ombre staccate dai corpi, una chiave per leggere non solo la forma del corpo, ma anche lo spazio vuoto attorno al corpo stesso.

Il 12 novembre alle ore 11.00 aprirà la sezione Piccoli Battiti Piero Ricciardi con lo spettacolo Provaci ancora Bretella. Gag esilaranti, numeri sorprendenti di giocoleria e manipolazione di oggetti, equilibrismi improbabili incorniciati in uno stile che ricorda i film muti in bianco e nero. Grazie all’aiuto di qualche piccolo volontario del pubblico Bretella riuscirà a meravigliare tutti con magie ed illusioni, e per il gran finale il nostro clown danzerà con delle bolle di sapone giganti, augurando a tutti i bambini di seguire le proprie passioni e i propri sogni che come le bolle di sapone volano tra le nuvole.

Il 17 novembre Giuseppe Vetti e Salvatore Caggiari, della compagnia DuoDorant, metteranno in scena Sugo, un clown-varietà preparato con le migliori pantomime, i numeri comici più freschi ed i personaggi più balordi, tutto sempre accompagnato da un sorso di ottima musica.

Il 18 novembre alle ore 21.00 andranno in scena due spettacoli.
Soprappensiero è uno studio, un gioco, una sequenza irrazionale di pensieri in uno spazio vuoto. Le clave sono l’unico oggetto presente, danno forma ai pensieri, al gioco, ridisegnano lo spazio, creano caos e ordine. Non c’è niente di sensato, solo un flusso di pensieri…soprappensiero.
A seguire, realizzato con il sostegno dell’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania a Roma, l’artista tedesca Anni Küpper presenterà il suo assolo di giocoleria Tales of mere existence. Uno strambo personaggio presenterà la sua strategia per affrontare la vita: sfuggire alla realtà inventandosi dei vincoli e imponendoli a se stessa. È un gioco e allo stesso tempo un paradosso. Sono racconti sui desideri segreti, sulle battaglie assurde della vita di tutti i giorni, sull’infinita ricerca di senso e, ovviamente, sulla pura gioia dietro a tutto questo.

Il 19 novembre alle ore 11.00 nella sezione Piccoli Battiti Daniele Antonini incanterà il pubblico dei più piccoli con lo spettacolo di bolle di sapone Danny Danno e le energie rinnovabili. Dimostrerà con leggerezza e solida efficacia quanto sia importante la produzione di energia e soprattutto quanto sia preferibule quella rinnovabile, in un cammino di creatività scintifico-ecologica, sempre condito da gag clownesche.

Alle ore 18.00 Mario Levis presenterà La ballata dei Sospesi, uno spettacolo di clown, teatro di figura e musica dal vivo (violino e loop station)
L’eccentrico protagonista, suonando il suo violino, viene continuamente distratto dai suoi pensieri che appaiono sotto forma di appendini, che lo porteranno a lasciar andare la fantasia e a giocare con essi. Diventerà così il narratore delle sue idee creando storie fantastiche, accompagnate dalla musica, che lui stesso compone, per rendere speciale quel momento sospeso.

Il 24 novembre Emanuela Belmonte e Alessandra Lanciotti portano in scena Magari. Le due attrici giocheranno con comicità e poesia, affrontando i delicati temi della diversità, dell’esclusione e della solitudine. Lo spettatore sarà chiamato ad affacciarsi nell’intimità di un dialogo tanto strampalato e surreale quanto intenso, ma nel quale, in fondo, ognuno di noi può riconoscersi.
Lo spettacolo utilizza il linguaggio del corpo, dell’acrobatica aerea, del clown e della musica, per raccontarci una storia senza storia, un luogo tanto claustrofobico quanto libero.

Il 25 e 26 novembre Maria Toesca, nei panni della Fata Meringa, presenterà a grandi e piccoli Una casetta fatta di niente.Uno spettacolo ricco di poesia basato sul concetto del gioco nel suo significato più profondo e universale. Si può giocare ovunque, da soli e in compagnia, con qualsiasi cosa, anche con niente, si può smettere e cominciare quando ci va, con regole e senza regole, in silenzio o facendo rumore, per stare insieme o da soli. Vedendo nei semplici oggetti molte cose, trasformandoli in mille modi, vedendo apparire altro ad ogni trasformazione. Usando oggetti semplici del quotidiano, attraversando le stanze di ogni casa, cucina, bagno, ripostiglio, camera da letto,luoghi importanti che custodiscono i nostri segreti, le nostre intimità, i nostri sentimenti, luoghi che ci accolgono e confortano, luoghi dove si cresce e si sogna. Un’attrice e un animatrice daranno vita ad una sequenza di numeri curiosi e sorprendenti adatti al pubblico di ogni età per non dimenticare che giocare è un’arte fondamentale della vita.

Il 01 dicembre Gioia Zanaboni metterà in scena Capuche, la storia di una transizione basata sulla fiaba di Cappuccetto Rosso. Un racconto tragi-comico di un’adolescente di oggi, di una madre ingombrante, di un lupo egocentrico e manipolatore, di una nonna combattente e del cacciatore Arsène, che le ingiustizie non riesce proprio a sopportarle. In un mondo spaccato e patologico questi personaggi allegorici camminano in equilibrio sulla corda, in equilibrio sulla vita e Capuche prova a trovare la sua strada verso il mondo degli adulti facendosi largo fra l’incertezza, la paura, la curiosità, la voglia di vivere e la rabbia tipici di questo momento della vita.

Il 02 e 03 dicembre la Compagnia italo spagnola Teatro nelle Foglie presenterà Ballata d’Autunno, un’opera multidisciplinare che unisce il teatro d’ombra, il mimo, l’acrobatica aerea, la danza, la manipolazione e il clown. In essa si mescolano così la forza del circo, l’improvvisazione del teatro di strada e la poesia del teatro di figura, veicolati dal linguaggio universale del corpo, dello sguardo e delle ombre. Personaggi senza parole trasporteranno il pubblico in una performance fuori dal tempo, che narra la scoperta di un mondo nuovo, una realtà da esplorare e in cui perdersi, una periferia che si trasforma in una foresta nella quale è necessario cercare la propria strada, il proprio luogo di appartenenza, la propria identità.

Chiuderà la sezione dei Piccoli Battiti Paolo Scannavino con il suo nuovo spettacolo WOW. Cosa accade quando 2 clown esuberanti, giocolieri audaci nel rischiare la vita altrui, acrobati spericolati ma non troppo, maghi goliardici e sempre chic danno vita a numeri irriverenti e folli in pieno stile Coatto Minimal??!!

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali