• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Aggiungi Romacheap alla tua home page di google

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

Cuore Debole

dal 05 Dicembre 2017 al 10 Dicembre 2017 - Segnalato da Maria
|

info:
Cometa Off
Via Luca della Robbia, 47, 00153 Roma
ORARI
Dal martedì al sabato alle h 21.00
domenica pomeriggio alle h 18.00.

PRENOTAZIONI
Tel – 06 57284637
Mail – cometa.off@cometa.org

BOTTEGHINO
Aperto da martedì al venerdì
dalle ore 15:00 a inizio spettacolo

COSTO BIGLIETTO
Intero - 12,50 €
Ridotto – 10 €

- Acquistando il biglietto online entro il 5 dicembre direttamente sul sito del teatro http://associati.cometaoff.it/evento/cuore-debole/
- Ritirando il pieghevole illustrato e timbrato valido come coupon scrivendo a enoch.marrella@gmail.com
- Per studenti universitari, istituti superiori e scuole di teatro sono attive ulteriori riduzioni e convenzioni contattando direttamente il botteghino del teatro

AVVISO AI SOCI
L'ingresso in sala è consentito solo ai tesserati
Tesseramento online su www.associati.cometaoff.it

Cuore Debole dal 5 al 10 dicembre 2017
TEATRO COMETA OFF

Tratto dal racconto giovanile di Dostoevskij Un cuore debole, è la storia di due amici e colleghi che vivono sotto lo stesso tetto: Vassja e Arkadi. La vigilia di capodanno Vassja annuncia all'amico: “Io prendo moglie”, ma una trama di ostacoli più mentali che reali si frappone fra Vassja e la sua stessa felicità. L’annuncio rompe un delicato equilibrio. Vassja sta per sposarsi ma improvvisamente non riesce più a sentirsene degno: “Com’è possibile che io non abbia mai fatto del bene a nessuno, perché non lo potevo fare, e persino d’aspetto sono sgradevole, e tutti quanti invece m’abbiano voluto bene?”. Così si rivolge all’amico Arkadi nel pieno di uno schiarimento che preannuncia il delirio. I due amici fraterni non si capiscono più. Quale chimerica infelicità strappa le lacrime dai loro occhi? Di che cosa si disperano? Qual è la loro sciagura? Assistiamo ad una rapida discesa verso la follia, un’insensata fuga dalla felicità: felicità che illumina d’improvviso l’esistenza umana e al tempo stesso la folgora fino a rivelarsi insopportabile a chi, come Vassja, per debolezza e sensibilità, si lascia divorare dalla sua potenza. L’autosvalutazione, tema carissimo alla psicologia, si scatena in tutta la sua portata tragicomica nel momento in cui si traduce in azione drammatica dando vita a una storia più divertente che seria, più commuovente che triste.


NOTE DI REGIA
La musica e la scena sono tese a creare uno spazio fisico e sonoro di tipo astratto. La musica è una fusione postmoderna di temi conosciuti, da Beethoven a Simon and Garfunkel, rielaborati in chiave sintetica. La scena invece è ispirata a Malevič e al costruttivismo russo. Tutta la storia si svolge all’interno di un quadrato di due metri per due dal quale i personaggi non escono mai. Questa figura semplice e apparentemente rassicurante si ripete in tutto lo spazio dominando la loro vita e condizionando la loro struttura mentale. La scenografia quindi altro non è che l’espressione del loro quadrato mentale, una vera e propria prigione senza vie di fuga nella quale nessun essere umano, tanto meno un cuore debole, può resistere a lungo senza impazzire. I due amici ruzzolano, si cercano fisicamente con un’intimità assieme fraterna e quasi matrimoniale. La tenerezza stride col senso di oppressione mentre si inseguono vorticosamente in uno spazio claustrofobico e severo, forzandolo e corrompendolo con le loro pulsioni sentimentali fino a rompere le linee rette della razionalità in cui sono inseriti. È forse la più classica fra tutte le contrapposizioni quella tra il cuore e la mente, ma chi di noi oggi non sospetta di essere rinchiuso nel proprio quadrato mentale?

CUOREDEBOLE debutta a Roma nel 2012 e viene successivamente co-prodotto dal Teatro Vittoria all’interno della rassegna Salviamo i Talenti. Nel 2013 lo spettacolo è vincitore premio Teatro Made in Marche, viene distribuito all’interno circuito teatrale AMAT MARCHE e nel 2015 viene presentato con sottotitoli in francese all’IIC di Bruxelles nella traduzione di Angelo Pavia.

CUOREDEBOLE torna in scena dal 5 al 10 dicembre 2017 al TEATRO COMETA OFF di Roma in Via Luca della Robbia 47 – Testaccio. Dal martedì al sabato alle h 21.00, domenica pomeriggio alle h 18.00.

PRENOTAZIONI
Tel – 06 57284637
Mail – cometa.off@cometa.org

BOTTEGHINO
Aperto da martedì al venerdì
dalle ore 15:00 a inizio spettacolo

COSTO BIGLIETTO
Intero - 12,50 €
Ridotto – 10 €
Ulteriori riduzioni per studenti universitari e accademie teatrali (per maggiori informazioni contattare il botteghino del teatro)

AVVISO AI SOCI
L'ingresso in sala è consentito solo ai tesserati
Tesseramento online su www.associati.cometaoff.it

COSĺ LA CRITICA

Affiancato a una performance ordinata e precisa, l’affetto fraterno dei due, reso con grande efficacia dai due giovani attori – che riescono a far riaffiorare quella nostalgia commovente de I Fratelli Karamazov o quella profonda ambiguità delle pulsioni umane che rimanda a tutto l’universo dostoevskiano, da Delitto e Castigo ai Demoni – è la vera chiave di una tragedia microscopica che ritrae di noi tutti quel misterioso imbarazzo dei sentimenti che coglie l’animo sul ciglio della felicità.

Sergio Lo Gatto | Teatro e Critica


La marchiatura a fuoco che la vita imprime sui due personaggi – il Sognatore delle Notti bianche e Vassija di Cuore debole – porterà l’uno a vivere per sempre del riverbero di un solo istante, l’altro alla follia; ma la matrice del marchio è la stessa: l’ipotesi, intravista e insopportabile, di una vita da spendere con completezza, al pieno della propria umanità.

Giovanna Amato | Poetarum Silva


Decisamente condivisibile il progetto culturale implicito nella proposta artistica, ovvero comunicare a un pubblico attuale il valore della grande tradizione romantica e realista ottocentesca.

Francesco Servida | IIC di Bruxelles

CREDITI DI LOCANDINA | CUOREDEBOLE
di Enoch Marrella
da un racconto di F. M. Dostoevskij
con Enoch Marrella (Vassja) e Edoardo Ripani (Arkadi)

*****VINCITORE PREMIO MADE IN MARCHE 2013*****

SCENA | Selena Garau
MUSICA | Angela Bruni
DISEGNO LUCI | Astrid Jatosti
COSTUMI | Stefania Ponselè
REGIA E DRAMMATURGIA | Enoch Marrella
FOTO DI SCENA | Anna Faragona
GRAFICA E ILLUSTRAZIONI | Riccardo Amabili
SOCIAL MEDIA | Suzana Todorović-Marrella
ORGANIZZAZIONE | Emiliana Palmieri
UFFICIO STAMPA | Maria Genovese

Enoch Marrella si laurea nel 2006 al DAMS di Bologna e nel 2009 all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio d’Amico di Roma. Tra gli insegnanti Anna Marchesini, Mario Ferrero, Lorenzo Salveti, Michele Monetta, Matteo Belli e Paolo Giuranna. Tra i registi con cui lavora Carlo Cecchi, Walter Manfré, Claudio Longhi, Pippo Del Bono, Michele Placido, Lilo Baur, Lajos Talamonti, Anastasia Sciuto, Terry Paternoster e Andrea Ciommiento. Si perfeziona con una masterclass tenuta da Maestro Polacco Krystian Lupa alla Biennale Teatro College 2013 e una masterclass con l’autore e regista dei New York City Players Richard Maxwell nel 2016. E' Vincitore del premio Made in Marche (2013) con lo spettacolo Cuoredebole e finalista al premio Dante Cappelletti (2014) con lo spettacolo Nell’oceano il mondo. Si occupa di formazione e progettazione teatrale per conto di strutture pubbliche e private. Al cinema debutta nel Film Leoni e successivamente appare nel film Fiore diretto da Claudio Giovannesi (Quinzaine des Réalisateurs – Cannes 2016).

Edoardo Ripani si forma come attore prima nelle Marche e poi in giro per il mondo con Jim Slowiak, Jairo Cuesta, Marco Sgrosso, Elena Bucci, Philippe Gaulier, Norman Taylor e Mariangela Gualtieri. Nel 2006 si laurea in DAMS Teatro presso l'Università di Bologna, e nel 2011 consegue il Master in Performance all'Università di Macerata. Lavora con diverse compagnie nel campo della ricerca, tra cui Nessunteatro (Fin. Premio Scenario 2011), Pantakin, Vicolo Corto, Urban Lies-Lajos Talamonti, theatropo, Progetto_Dostoevskij (Premio “Made in Marche 2013”), K.A.K., in Italia, Svizzera, Germania, Lussemburgo, Belgio, Olanda e Portogallo. Dal 2012 è attore associato e docente all'Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles. Nel 2017 ha presentato il solo-monologo “Fratelli” al Festival Cement di Den Bosch (NL) e il solo “Pretare” al Festival Theater aan Zee di Ostenda (BE).

Selena Garau inizia come scenografa a Roma e lavora come assistente di Francesca Montinaro per diversi programmi televisivi. Inizia a collaborare con vari scrittori tra cui Lo Sgargabonzi, illustrandone copertine e gli articoli. Tra il 2016 e il 2017 pubblica le sue illustrazioni su numerose edizioni di Linus. Dal 2013 vive negli USA. Ha lavorato come costumista e decoratrice in video musicali per la regista Dannie Snyder (TX) e a San Francisco ha collaborato all'allestimento dello show "The Untamed Stage" del gruppo Thrillpeddlers. A Los Angeles debutta nel cinema con la Foremos entertainment sul set di "One day of trouble" del regista Marc Cayce. Oggi lavora come fumettista approfondendo gli studi sulle avanguardie teatrali giapponesi del XX secolo collaborando con il gruppo Body Wheater di Oguri.

Angela Bruni inizia come chitarrista e si forma successivamente come compositrice spaziando dal sinfonico al rock, dalla musica leggera all'avanguardia più sperimentale. Diplomata in composizione presso il Conservatorio di Santa Cecilia in Roma, ha studiato con Antonio Di Pofi, Alfredo Gasponi, Pasquale Lucia, Daniele Bravi, Bruno Battisti D'Amario. Scrive colonne sonore, musiche di scena, e realizza sound design per spettacoli teatrali. Nel suo stile “artigianale”, conserva una scrittura di stampo sinfonico per realizzare musica di alta qualità. Ha lavorato negli anni come compositore per: Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio d'Amico, Orchestra Sinfonica Marco dall'Aquila, International Opera Choir, José Maria Sciutto e il Coro di Voci Bianche del Teatro dell'Opera, Teatro Greco di Siracusa, Accademia Filarmonica Romana, Umberto Scipione, Amii Stewart, William Kentridge, Anastacia e molti altri.

FOTO DISPONIBILI IN ALTA RISOLUZIONE:
MAIL ENOCH.MARRELLA@GMAIL.COM TEL 320 9540316
WEBPAGE www.cuoredebole.it
Fb https://www.facebook.com/progetto.dostoevskij/

Ufficio Stampa
Maria Genovese | mariagenovese2000@yahoo.it

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali