• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Unisciti a Romacheap su FaceBook

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

Presentazione libro fotografico UNUSUAL VISIONS di Emiliano Pinnizzotto/Graffiti

il 23 Marzo 2019 - Segnalato da Graffiti
|

info:
MACRO - Sala Lettura - Via NIzza, 138 Roma

Presentazione libro fotografico UNUSUAL VISIONS di Emiliano Pinnizzotto/Graffiti In occasione dell’uscita del suo libro fotografico “Unusual Visions”, l’incontro con il fotoreporter Emiliano Pinnizzotto sarà un’opportunità per conoscere il lavoro documentaristico dell’autore attraverso i racconti e le immagini di 4 suoi diversi reportage che rivelano un’India insolita. I reportage presentati, alcuni dei quali premiati a livello internazionale, sono una testimonianza fotografica di realtà molto particolari e semi sconosciute al grande pubblico, ma ancora presenti nel subcontinente indiano.
Head Hunters, i Tagliatori di Teste del Nagaland, un temibile manipolo di guerrieri che ha sviluppato nei secoli il taglio rituale della testa del nemico ucciso in battaglia. Con le loro collane di bronzo, che raffigurano il numero di teste conquistate, e con i loro tatuaggi rituali, sono gli ultimi testimoni di una cultura che nei prossimi 10 anni probabilmente è destinata a scomparire. L’antica lotta tradizionale indiana, il Malla Yuddha o Kushti, caratterizzata da prese, leve e atterramenti tipici del combattimento corpo a corpo, praticata nel sacro ring di argilla “Akhara”; una lotta retaggio della classe guerriera indiana degli “Kshatrya”. Holy Naked, la nudità dei Naga Baba, i santi uomini rinuncianti dell’India, vestiti solo di cenere, che scendono tra la gente dalle vette himalayane solo per le sacre festività indù, come l’imponente Kumbh Mela. Il reportage mette a confronto questa “santa nudità” con la chiusura, in termini di corpo e sessualità, ancora molto presente nella società indiana. Opium, la piaga dell’oppio nei villaggi di confine tra India e Birmania, dove in queste zone remote, dimenticate da entrambi i governi, senza controllo e prevenzione, un terzo degli uomini è divenuto schiavo dell’oppio.

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali